La nascita dell'Osservatorio

La creazione dell’Osservatorio, nei primi mesi del 2014, rappresenta la formalizzazione del gruppo di lavoro - composto da professori, ricercatori e collaboratori della Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Trento - che a partire dall'inizio degli anni Duemila, anche in collaborazione con docenti di altre Facoltà, ha promosso molteplici iniziative, in forza di specifiche convenzioni con la Regione Autonoma Trentino-Alto Adige/Sűdtirol, a supporto dell'attività dei giudici di pace e del centro di mediazione penale.

Il gruppo opera in tre fondamentali ambiti, posti in stretta connessione tra loro: la ricerca, la formazione e la massimazione delle sentenze dei giudici di pace.

Attività di ricerca e formazione

L'attività di ricerca è stata svolta nelle materie del diritto penale, del diritto civile, della procedura civile e della procedura penale, con grande attenzione alle varie problematiche incontrate dalla giurisdizione di pace soprattutto in conseguenza delle riforme che l'hanno interessata, fin dall'introduzione della sua competenza penale. Gli studiosi del gruppo si sono resi disponibili a cooperare con la Regione Trentino-Alto Adige, ed in particolare con l’Assessorato per i giudici di pace, nelle attività attinenti all’oggetto della ricerca.

La cooperazione ha riguardato prevalentemente specifiche iniziative di formazione ed aggiornamento dei giudici di pace, in forma di convegno (25 e 26 maggio 2001: "Verso una giustizia penale "conciliativa": il volto delineato dalla legge sulla competenza penale del giudice di pace"; 22 e 23 febbraio 2002: "Competenza penale del giudice di pace e “nuove” pene non detentive. Effettività e mitezza della sua giurisdizione"; 21 e 22 novembre 2003: "Contenuti e limiti della discrezionalità del giudice di pace in materia penale"; 18 e 19 novembre 2005: "La competenza civile e penale del giudice di pace. Bilancio e prospettive"; 1 e 2 febbraio 2008 “Procedimento penale di pace e principi costituzionali”) o, più frequentemente, di semplice incontro di studio o seminario. Gli atti dei Convegni sono stati tutti pubblicati con case editrici di rilevanza nazionale (Giuffrè e Cedam), a cura dei Professori che hanno promosso le iniziative: Lorenzo Picotti e Giorgio Spangher, per quanto riguarda i primi tre volumi e, poi, Gabriele Fornasari, Marino Marinelli e Marcello Luigi Busetto. Gli atti di alcuni Convegni più recenti sono stati pubblicati nella collana di Facoltà.

Nell’ambito della formazione, i Professori Picotti e Spangher, in una prima fase, e i Professori Fornasari e Marinelli, più di recente, con la collaborazione di alcuni membri del gruppo di ricerca, della Regione e della Commissione per la formazione decentrata della magistratura onoraria, hanno coordinato negli anni diversi cicli di incontri, rivolti alla formazione ed all’aggiornamento permanente dei giudici di pace.
Da settembre 2019 la Professoressa Teresa Pasquino ha sostituito il Professor Marino Marinelli come nuova responsabile scientifica dell'Osservatorio insieme al Professor Fornasari.

Da ottobre 2005 a febbraio 2006, il Prof. Gabriele Fornasari ha diretto scientificamente il corso per la formazione professionale degli aspiranti giudici di pace, ammessi al tirocinio semestrale dal Consiglio Superiore della Magistratura, grazie alla fruttuosa sinergia della Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Trento, della Regione Autonoma Trentino – Alto Adige e della Commissione per la formazione decentrata della magistratura onoraria mentre, successivamente, nel 2007, il Prof. Fornasari, con la collaborazione della dott. Mattevi, e - per la parte tecnica - del dott. Thierry Bonfanti, ha diretto presso la Facoltà di Giurisprudenza di Trento un corso di formazione sulla mediazione penale, con l'obiettivo di fornire all’aspirante mediatore una formazione completa, sia giuridica che concernente le capacità di risolvere i conflitti nascenti dal reato lavorando con le vittime e con gli autori, con particolare riferimento agli ambiti in cui la mediazione penale ha trovato spazio applicativo in seno all’ordinamento italiano: la competenza penale del giudice di pace ed il processo minorile.

Nel 2011, i Professori Fornasari e Marinelli hanno diretto - con la collaborazione di alcuni componenti del gruppo e del Professor Marcello Luigi Busetto - un ciclo di incontri inedito, denominato "In Dialogo con il Professore", che ha visto come protagonisti alcuni Professori di alto profilo ed interlocutori privilegiati i giudici di pace della regione Trentino Alto-Adige, anche se per la rilevanza scientifica delle questioni approfondite vi è stata spesso una partecipazioni significativa di studenti, dottorandi e più in generale di studiosi ed operatori del diritto interessati.

In data 18 giugno 2013, inaugurando un nuovo filone di riflessione, la dott. Menghini e la dott. Mattevi, hanno organizzato un pomeriggio di riflessione sulla giustizia riparativa in rapporto alla pena tradizionale, coinvolgendo illustri docenti ed operatori del circuito penitenziario, oltre alle mediatrici del centro trentino.

Più in generale, le conoscenze progressivamente acquisite dai componenti del gruppo del ricerca sui temi della giustizia di pace, della giustizia conciliativa e della giustizia riparativa sono state messe a disposizione degli operatori del diritto, degli studenti e dei collaboratori attraverso incontri di studio e colloqui individuali, partecipando al Comitato tecnico-scientifico a supporto del Centro per la mediazione penale, istituito dalla Regione, ed a progetti di rilevanza europea, come quello in tema di “Restorative Justice in Penal Matters in Europe”, guidato dal Prof. Dr. F. Dünkel dell’Università Ernst-Moritz-Arndt di Greifswald (Germania), redigendo unitamente al dott. Roberto Flor, e sotto la direzione scientifica del Prof. Lorenzo Picotti dell’Università di Verona, il rapporto per l’Italia su questo tema, dopo aver contattato i vari centri italiani che si occupano di mediazione penale, ivi compreso il Centro della Regione Autonoma Trentino-Alto Adige/Sűdtirol.

All’interno della Facoltà di Giurisprudenza, infine, i membri del gruppo e, in particolare, la prof. Dalla Bontà e la dott. Mattevi, sono impegnate in attività formative rivolte agli studenti universitari, nell’ambito soprattutto di un laboratorio sulla negoziazione e mediazione, oggi divenuto Clinica in Alternative Dispute Resolution (didattica innovativa), e di un corso libero sulla risoluzione alternativa delle controversie civili e penali. L’ offerta formativa della Facoltà è stata così recentemente arricchita con insegnamenti, diversi da quelli tradizionali, aperti agli stimoli che vengono dalle istituzioni internazionali e comunitarie.

Attività di massimazione delle sentenze dei giudici di pace

Le iniziative del gruppo in tema di ricerca e formazione si completano infine con l'attività di repertoriazione delle sentenze dei giudici di pace della regione Autonoma Trentino - Alto Adige, con il coinvolgimento di un gruppo di collaboratori che, sotto la direzione scientifica dei Responsabili e grazie al coordinamento della dott. Mattevi, si occupano di assicurare l'implementazione del sito http://www.giurisprudenzadipace.regione.taa.it/ricerca.php

Si tratta di un impegno concreto di un certa complessità, che implica una costante analisi del materiale giunto, la selezione delle sentenze più rilevanti, in particolar modo per la centralità delle questioni trattate sia in materia sostanziale che processuale, un’affinazione progressiva delle tecniche di massimazione e l'acquisizione di cognizioni tecniche necessarie a consentire l'inserimento delle massime e delle sentenze sul sito. I membri partecipano con assiduità agli incontri del gruppo di lavoro, convocati dai Responsabili Scientifici, al fine di garantire un coordinamento corretto dei lavori ed una certa uniformazione dei criteri utilizzati dai vari partecipanti nella selezione del materiale, nell’anonimizzazione delle sentenze e nel linguaggio utilizzato.

Pubblicazioni

Chi siamo

Responsabili Scientifici: prof. Gabriele Fornasari, prof.ssa Teresa Pasquino

Membri del Gruppo: prof. Alessandro Melchionda, prof.ssa Laura Baccaglini, dott.ssa Antonia Menghini, prof.ssa Silvana Dalla Bontà, dott.ssa Elena Mattevi - coordinatrice

Collaboratori: dott. Paolo Caroli, dott.ssa Giulia Dal Santo, dott. Roberto Wenin, dott.ssa Stefania Rossi, dott.ssa Serena Tomasi