Il Progetto

Per una descrizione dettagliata e aggiornata del Progetto vedi https://conflict-managers.com

Novità: È stata pubblicata nella Collana di Facoltà la seguente Collettanea, che raccoglie dieci anni di sviluppo del Progetto:
Dalla Bontà S. (a cura di), Le parti in mediazione: strumenti e tecniche. Dall'esperienza pratica alla costruzione di un metodo (2020)
Pubblicazione disponibile on-line in Accesso Aperto:
http://hdl.handle.net/11572/269082

Genesi

Il progetto “Conflict Managers of Tomorrow – Per una gestione consapevole del conflitto”, coordinato dalla Prof. Silvana Dalla Bontà, è il risultato della sinergia tra diversi attori: gli studenti e gli alumni della Facoltà di Giurisprudenza di Trento - veri protagonisti del progetto -, l’Associazione UniTrento Alumni-Giurisprudenza e la Washington University School of Law.
Il progetto intende creare una virtuosa osmosi generazionale e rafforzare il senso di comunità della Facoltà. Dalla prime partecipazioni alla ICC International Commercial Mediation Competition e alla Competizione Italiana di Mediazione - nel 2011 e nel 2013 rispettivamente, gli studenti seniores sono stati trainer e coach dei successivi. Alumni che parteciparono a tali competizioni, ora mediatori professionisti, negoziatori e avvocati in studi legali internazionali, contribuiscono al progetto condividendo il loro bagaglio di conoscenze con i nuovi studenti.

Obiettivi

Il progetto ha come obiettivo immediato quello di formare giuristi in grado di gestire il conflitto in modo consapevole e responsabile mediante l’uso del negoziato e della mediazione. Obiettivo più ampio e di lungo termine è quello di diffondere nella comunità i metodi di soluzione del conflitto alternativi al processo.

Attuazione

Il progetto mira alla preparazione ogni anno di tre squadre di studenti per la partecipazione a tre diverse competizioni: la Competizione Italiana di Mediazione (CIM), l’Italian Negotiation Competition (INC) quale selezione preliminare dell’International Negotiation Competition, e la ICC International Commercial Mediation Competition. Il progetto è fortemente interdisciplinare e poggia su pilastri quali la sperimentazione sul campo (learning by doing), l’insegnamento tra pari (peer teaching), il lavoro di squadra (team working) e la simulazione interattiva di tavoli di negoziato e mediazione (role playing). Grazie allo sviluppo di competenze tecniche (hard skills) e trasversali (soft and life skills), gli studenti diventano pienamente consapevoli delle dimensioni del conflitto, della sua complessità e di come sia possibile risolverlo mediante la comunicazione efficace, il problem-solving e la creatività.
Su diverso ma contiguo profilo, il Progetto Conflict Managers of Tomorrow si pone in sinergia con le attività dell'Osservatorio sulla Giustizia di pace, conciliativa e riparativa, in particolare con riguardo alle tematiche inerenti alla conciliazione, mediazione e giustizia riparativa davanti ai Giudici di Pace. Frutto di tale sinergia sono approfondimento e promozione dei metodi conciliativi e riparativi anche avanti alla magistratura onoraria.

Il Progetto

Corsi/Offerta Didattica della Facoltà

Gli studenti che parteciperanno alle competizioni nazionali ed internazionali sono chiamati a frequentare una Clinica in Alternative Dispute Resolution, un Laboratorio in Training & coaching in negoziato e mediazione, un tutoraggio specifico in materia di mediazione e negoziato ed un Laboratorio in Comunicazione efficace e competenze trasversali.
Questo poliedrico pacchetto di iniziative didattiche pone lo studente al centro, attraverso un percorso di apprendimento progressivo e multidisciplinare. Particolare attenzione è dedicata alla conoscenza de:
- la complessità del conflitto;
- l’approccio collaborativo come metodo per comprendere e conciliare diversi interessi;
- l’efficacia delle soluzioni integrative (win-win solutions) per la soddisfazione delle parti.

Competizioni

Il progetto mira alla preparazione ogni anno di tre distinte squadre di studenti per la partecipazione a tre distinte competizioni:
- la Competizione Italiana di Mediazione (CIM), organizzata dalla Camera Arbitrale di Milano e tenuta in lingua italiana;
- l’Italian Negotiation Competition (INC) quale selezione preliminare dell’International Negotiation Competition, entrambe tenute in lingua inglese;
- la International Commercial Mediation Competition organizzata dalla International Chamber of Commerce di Parigi, tenuta in lingua inglese.

Partnership con la Washington University in St. Louis (Referente prof.ssa Elena Ioriatti)

Determinante per la progressiva crescita del progetto è la collaborazione con la Washington University in Saint Louis, con cui la Facoltà di Giurisprudenza di Trento ha stipulato un accordo bilaterale nell’ambito del Transnational Law Program (TLP), coordinato dalla Prof.ssa Elena Ioriatti.
Grazie al TLP, studenti della Facoltà di Giurisprudenza di Trento hanno potuto conseguire un LL.M in mediazione e negoziato presso la Washington University in Saint Louis, ricevere una formazione specifica in negoziazione e mediazione e partecipare a competizioni nazionali di mediazione negli Stati Uniti. Una volta rientrati a Trento, questi studenti hanno condiviso fruttuosamente le proprie conoscenze con i loro pari attraverso il progetto.

Partnership con lo studio legale R&P Legal

R&P Legal

La squadra

Biografie collaboratori
 Silvana Dalla Bontà 

SILVANA DALLA BONTÀ, Professore associato di Diritto Processuale civile presso la Facoltà di Giurisprudenza di Trento – Coordinatore del Progetto

Rachele Beretta

RACHELE BERETTA, LL.M. in Negotiation & Dispute Resolution - Washington University School of Law, Laurea in Giurisprudenza presso la Facoltà di Giurisprudenza di Trento, Coach in mediazione

Eva Campi EVA CAMPI, Psicologa e consulente per le risorse umane e la formazione interculturale presso la Newton S.p.A
Luca De Rosa

LUCA DE ROSA, LL.M. in Negotiation & Dispute Resolution - Washington University School of Law, Coach in mediazione

Maurizio Di Rocco

MAURIZIO DI ROCCO, Avvocato in Venezia, mediatore accreditato presso la Camera Arbitrale di Venezia, socio fondatore dell’organismo di mediazione Resolutia-Gestione delle controversie e docente a contratto presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Trento.

Corrado Mora

CORRADO MORA, Avvocato in Verona, mediatore accreditato presso il CIArb ed il CEDR di Londra, il CPR di New York, la Camera Arbitrale di Milano, le CCIAA di Firenze e Verona, l’OVMF di Verona e docente a contratto presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Trento

Jacopo Mosca

JACOPO MOSCA, Avvocato in Milano, Mediatore accreditato e Docente a contratto presso la Facoltà di Giurisprudenza di Trento

Silvia Toniolo

SILVIA TONIOLO, Docente di Lingua tedesca presso il Centro Linguistico di Ateneo dell’Università degli Studi di Trento, Traduttrice ed esperta di comunicazione cross-culturale

Lorenzo Zoppellari

LORENZO ZOPPELLARI, Dottorando in Filosofia del Diritto presso la Scuola di Dottorato in Studi Giuridici Europei e Comparati della Facoltà di Giurisprudenza di Trento, Coach in mediazione

Novità

Eventi e seminari

Contatti

Referente

Prof.ssa Silvana Dalla Bontà
Professore associato in Diritto Processuale Civile, Facoltà di Giurisprudenza, Università di Trento
tel. 0461 281869
silvana.dallabonta [at] unitn.it