La Facoltà di Giurisprudenza è struttura dipartimentale istituita a far data dal 29 ottobre 2012, che ha assorbito la struttura didattica Facoltà di Giurisprudenza (istituita nel 1984) e la struttura per la ricerca scientifica Dipartimento di Scienze Giuridiche (istituito nel gennaio 1987).

Nel box di download è disponibile lo storico delle afferenze al Dipartimento di Scienze Giuridiche dalla sua costituzione, gennaio 1987 alla disattivazione 28 ottobre 2012.

Alla Facoltà di Giurisprudenza afferiscono 73 docenti, di cui: 29 professori ordinari, 28 professori associati, 10 ricercatori, 6 ricercatori a tempo determinato.

Gli organi collegiali della Facoltà sono: il Preside, il Consiglio di Facoltà ed il Consiglio di Presidenza.

La Facoltà è sede amministrativa del Corso di Dottorato in Studi Giuridici Comparati ed Europei che ha preso avvio dal XIX ciclo (a.a. 2003/2004), accorpando i precedenti Corsi di Dottorato in Diritto penale (presente dal VII ciclo - a.a. 1991/1992), Diritto privato comparato (dal VIII ciclo - a.a. 1992/1993) e Libertà fondamentali nel diritto costituzionale, amministrativo comparato e comunitario (dal VIII ciclo - a.a. 1992/1993).

Collaborano altresì presso la Facoltà di Giurisprudenza numerosi assegnisti di ricerca, le cui attività sono perlopiù finanziate con fondi di provenienza esterna (fondi MIUR-PRIN, UE, PAT, Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto, c/terzi).