Procedura di attivazione
  1. Lo/a Studente/ssa individua lo studio professionale ospitante selezionandolo dall’elenco predisposto dall’Ordine o alternativamente individuandolo autonomamente.
  2. Attiva il tirocinio seguendo le procedure di avvio previste dall’Università degli studi di Trento al seguente link https://www.jobguidance.unitn.it/aziende/attivazione-stage.
    • Sarà cura dello studente coadiuvare il/la professionista nelle procedure di attivazione rivolgendosi eventualmente all’ufficio JobGuidance di Unitn. 
  3. Nella redazione della bozza di progetto formativo lo studio ospitante e lo/a studente/ssa avranno cura di inserire tra le attività di tirocinio tutte quelle richieste per il riconoscimento del semestre di pratica forense anticipata. Vale a dire:
    • l’effettiva frequenza dello studio professionale per almeno 12 ore la settimana;
    • un numero di udienze cui il tirocinante deve assistere durante il semestre non inferiore a 12;
    • la partecipazione a laboratori applicativi previsti dall’art. 5 comma 1 della Convenzione.
  4. Terminata la procedura di attivazione del tirocinio il/la tirocinante potrà quindi presentare all’Ordine domanda di iscrizione al registro dei praticanti redatta ai sensi dell’art. 41 comma 3 della legge 247/2012 cui allegherà il progetto formativo come sopra redatto comprendente obiettivi e tipologie di attività da svolgere nel semestre, periodo di svolgimento del tirocinio ed orari di frequenza dello studio.
    • Il progetto formativo dovrà essere sottoscritto dal Presidente del Consiglio dell’Ordine (o da un suo Delegato) e dal professionista presso il quale si svolge il tirocinio, dal tutor universitario e/o dal Preside della Facoltà (o da un suo Delegato).
    • Alla domanda di cui al punto 4 dovrà essere allegato lista esami sostenuti e crediti conseguiti.

Avvertenze
La procedura di attivazione del tirocinio anticipatorio i 6 mesi di pratica richiede di norma circa 25 gg lavorativi.
Il/la tirocinante dovrà far attivare il tirocinio almeno 3 mesi prima la data del presunto conseguimento della laurea. Dopo la laurea le mansioni che il tirocinante dovrà svolgere saranno, in via automatica, quelle proprie di un “praticante a tempo pieno”.

L’anticipazione di un semestre del tirocinio per l’accesso alla professione forense prima del conseguimento del diploma di laurea è consentita allo/a studente/ssa:

  • Iscritto/a almeno all’ultimo anno del corso di laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Trento;
  • che abbia conseguito almeno 240 cfu;
  • che abbia ottenuto crediti nelle seguenti materie: diritto privato; diritto processuale civile; diritto penale; diritto processuale penale; diritto amministrativo; diritto costituzionale; diritto dell’Unione Europea.