Cerca
 search for information or people
 

Definizione e finalità dello stage
Lo stage o tirocinio è quell’esperienza formativa che permette allo studente di approfondire, attraverso un esercizio pratico, le conoscenze apprese nel corso degli studi universitari e di orientare le sue future scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro. Esso consiste in un periodo di formazione svolto presso enti, aziende, studi professionali o istituzioni a complemento od integrazione del percorso di studio.

Nota

  • Le attività lavorative pregresse non vengono riconosciute quali attività di tirocinio accreditabile. A parziale deroga il servizio civile può sostituire l’attività di tirocinio curriculare.
  • Attraverso il Programma Erasmus Placement è possibile svolgere attività di tirocinio all’estero usufruendo della borsa di studio Erasmus. A tal fine si seguiranno le procedure di selezione previste dal rispettivo Bando.

N.B. Per il Tirocinio Anticipatorio della Pratica Forense vi è una specifica procedura di attivazione, disponibile al seguente link

Requisiti per l’accesso al tirocinio - Corso di Laurea Magistrale 
Possono svolgere il tirocinio gli studenti del corso di laurea magistrale a ciclo unico che abbiano conseguito almeno 180 crediti. Le procedure potranno comunque essere avviate anche prima di tali tempistiche.

Requisiti per l’accesso al tirocinio - Corso di Laurea CEILS
Possono svolgere il tirocinio gli studenti del corso di laurea CEILS che abbiano conseguito almeno 54 crediti, ovvero che abbiano completato gli esami del primo anno. Le procedure potranno comunque essere avviate anche prima di tali tempistiche.

Per esplicita disposizione di legge allo studente lavoratore è fatto divieto di svolgere un’attività di tirocinio presso l’ente o azienda in cui sia già impiegato con regolare contratto di lavoro. Tuttavia, per non penalizzare lo studente lavoratore, ad esso è concessa la possibilità di svolgere attività formativa diversa dal tirocinio, concordata di volta in volta con un Tutor di Facoltà, consistente in un approfondimento di un settore della propria attività lavorativa che abbia particolare attinenza con il percorso di studi intrapreso.

Prima del tirocinio
Prima di iniziare le procedure per dar corso ad un tirocinio formativo lo studente deve individuare il soggetto ospitante:

  • in via preventiva, verificando, tra le proposte di coloro che hanno inviato all'Ufficio Job Guidance dell’Ateneo la propria offerta di tirocinio quella maggiormente corrispondente al suo profilo e confacente ai suoi interessi. A tal fine potrà essere consultata la banca dati relativa alle proposte di stage segnalate all’Ateneo dalle realtà partner, oppure i bandi di stage gestiti dall’Ateneo;
  • solo qualora la ricerca non avesse prodotto risultati utili lo studente potrà individuare in maniera autonoma il soggetto ospitante. In questo caso lo studente dovrà verificare l’esistenza della Convenzione di Tirocinio tra l'Ateneo e il soggetto ospitante ed eventualmente attivarla.

Procedura di avvio delle attività di tirocinio
Per avviare il tirocinio, lo studente deve seguire le procedure per l’attivazione e lo svolgimento dello stage previste dall'Ufficio Job Guidance

Tutor universitario
Lo studente può individuare il tutor universitario (T.U.), quale responsabile didattico delle attività del tirocinio, tra i seguenti soggetti:

  • docenti e ricercatori, confermati e non confermati della Facoltà di Giurisprudenza, ovvero di altre strutture accademiche in caso di particolari progetti di tirocinio;
  • esercitatori e professori a contratto della Facoltà;
  • assegnisti di ricerca a condizione che svolgano la loro attività di ricerca prevalentemente presso l’Università degli Studi di Trento.

Generalmente il T.U. è il docente della materia più vicina alle tematiche del progetto di stage. In caso di difficoltà a individuare il T.U. è sempre possibile far riferimento al Delegato per lo stage della Facoltà.
Il ruolo del tutor universitario è quello di verificare la congruità del progetto di tirocinio, concordato dallo studente con il soggetto ospitante, con il programma di studi universitari del candidato e con la preparazione del candidato, di definirne gli obiettivi formativi e di orientamento, di verificarne in itinere l’andamento, di garantire, sia verso il soggetto ospitante che verso la Facoltà, il rispetto dei contenuti e degli obiettivi fissati nel progetto e di controllare l’efficacia dell’esperienza, anche controfirmando la relazione finale.

Durata
La durata del tirocinio varia da un minimo di 4 settimane ad un massimo di 12 settimane per gli studenti del Corso di Laurea Magistrale, e da un minimo di 3 settimane ad un massimo di 9 settimane per gli studenti del Corso di Laurea CEILS. Le date di inizio e termine, le eventuali sospensioni, nonché gli orari di tirocinio sono fissati di comune accordo tra Università e soggetti ospitanti.
Gli orari di frequenza non devono, comunque, essere inferiori a 15 ore settimanali, ragionevolmente distribuite su 5 giorni lavorativi(opzione part-time) né superiori a 30 ore settimanali (opzione full-time).
Per quanto possibile il tirocinio non deve sovrapporsi alla frequenza delle lezioni. È quindi preferibile scegliere l’opzione full time durante il periodo di non frequenza.
Le assenze non devono superare il 20% del numero totale delle ore previste.
Per gli studenti lavoratori si prescinde dal monte ore mensile e si richiede un impegno di 4 o 5 ore settimanali in maniera continuativa per tutto l’arco di durata dell’attività di approfondimento.

Procedura di chiusura delle attività di tirocinio
Per chiudere il tirocinio, lo studente deve seguire le procedure previste dall'Ufficio Job Guidance 

Accreditamento
Per l’accreditamento del tirocinio, lo studente si presenterà al tutor universitario con Certificato di Tirocinio parte seconda, la relazione finale e le Schede di Valutazione. Verificata la validità dell’esperienza il T.U. provvede ad annotare sul libretto personale dello studente e sull’apposito modulo i crediti spettanti per il tirocinio formativo che vengono attributi sulla base delle seguenti tabelle, in accordo con il corso di laurea di appartenenza.
Il numero massimo di crediti conseguibili con l’attività di tirocinio è per ogni corso di laurea 9.
Al termine del tirocinio, lo studente lavoratore richiederà al delegato di facoltà l’invio del modulo di certificazione dell’attività formativa che dovrà essere compilato e sottoscritto dal Tutor Aziendale a riprova dell’avvento svolgimento dell’attività e corredato da breve relazione sui compiti svolti. Con tale documentazione lo studente si recherà dal T.U. per l’accreditamento.

Crediti proposti per tipologia d'impegno - Corso di Laurea Magistrale

A  2 Crediti 4 settimane Part time
B  3 Crediti 6 settimane Part time
C  4 Crediti 4 settimane Full time
                8 settimane Part time
D  5 Crediti 5 settimane Full time
                10 settimane Part time
E  6 Crediti 6 settimane Full-time
                12 settimane Part-time
F  7 Crediti 7 settimane Full time
                14 settimane Part time
G  8 crediti 8 settimane Full time
H  9 crediti 12 settimane Full time*
*almeno 6 ore giornaliere per 5 giorni alla settimana
1 credito equivale a 30 ore settimanali di tirocinio tranne quelli relativi alla colonna H

Crediti proposti per tipologia d'impegno - Corso di Laurea CEILS

A 3 Crediti per 3 settimane full-time
                        6 settimane part-time
B 6 Crediti per 6 settimane full-time
                       12 settimane part-time
C 9 Crediti per 9 settimane full-time
                       18 settimane part-time

Legenda:
Part-time: mezza giornata (3 ore) per 5 giorni lavorativi la settimana.
Full-time: intera giornata (6 ore) per 5 giorni lavorativi la settimana.
NB1: Per gli studenti lavoratori si prescinde dal monte ore mensile
NB2: Per gli stage svolti all’estero ci potranno essere delle deroghe da concordare con il tutor e il delegato ai tirocini.

Per maggiori informazioni sugli stage contatta l'Ufficio Job Guidance.