Cerca
 cerca informazioni o persone
 

L'Ateneo promuove il miglioramento continuo della qualità dei corsi di studio, della ricerca, della terza missione e delle strutture didattiche.

L’assicurazione della Qualità, descritta dettagliatamente a livello d’Ateneo nelle pagine dedicate, promuove un’osservazione nel tempo dei risultati della formazione, della ricerca e della terza missione utilizzando gli strumenti previsti dal sistema AVA (autovalutazione, accreditamento e valutazione del sistema universitario italiano).

Invitiamo a contribuire alla qualità inviando suggerimenti all'indirizzo: segreteria.giurisprudenza [at] unitn.it

Assicurazione Qualità della Didattica

I Corsi di studio della Facoltà vengono sottoposti annualmente a diverse forme di valutazione della qualità delle attività, in coerenza con quanto indicato nell'art. 15 del Regolamento didattico di Ateneo, emanato con D.R. n. 461 del 27 agosto 2013, modificato con D.R. n. 412 del 2 luglio 2015 e con D.R. n. 841 del 19 dicembre 2016.

I Responsabili dei Corsi di studio e i delegati per l’Assicurazione Qualità verificano periodicamente l'andamento dei risultati conseguiti dagli studenti sulla base dell'analisi dei dati estrapolati dalle banche dati dell'Ufficio Studi dell'Ateneo, da ANVUR, dai rapporti annuali del Nucleo di Valutazione e dalle indagini di Almalaurea.
Lo studio dei dati consentirà di riformulare e intervenire sulle modalità di organizzazione dell'offerta didattica, monitorando e ottimizzando i carichi didattici, le modalità di insegnamento e di svolgimento delle prove d'esame, segnalando situazioni critiche e formulano eventuali proposte di soluzione, al fine di migliorare la qualità della didattica.
Sono costituiti dei Gruppi di Riesame che provvedono alla predisposizione della documentazione prevista dal processo di riesame (Scheda di monitoraggio annuale e Rapporto di riesame ciclico) e alla compilazione della Scheda Unica Annuale (SUA-CdS). I Rapporti di Riesame vengono redatti tenendo contro, fra l'altro di dati/informazioni contenuti nella SUA, valutazione degli studenti,  indagine sulla domanda di formazione,  analisi di eventuali modifiche degli obiettivi formativi e dell'offerta formativa,  relazione della Commissione paritetica,  monitoraggio degli abbandoni e proposte migliorative.

In conformità a quanto previsto dalla Statuto dell'Ateneo di Trento (art. 23), la Commissione Paritetica docenti-studenti si occupa costantemente e durante tutto l'anno delle attività di monitoraggio dell'offerta formativa e della qualità della didattica, nonché dell'attività di servizio agli studenti da parte dei professori e dei ricercatori. La Commissione redige inoltre una relazione annuale, che viene attentamente esaminata dal Consiglio di Facoltà. Nella redazione della propria relazione annuale la Commissione paritetica valuta il grado di soddisfazione degli studenti in merito all'offerta formativa, considerando i risultati dei questionari di valutazione della didattica in forma disaggregata per ogni singolo insegnamento. Un ulteriore elemento di indagine riguarda il livello di attenzione mantenuto verso le funzioni richieste dalle prospettive occupazionali, con particolare riferimento al controllo costante dei risultati dell'apprendimento e dell'efficacia dei metodi di esame. Il processo di riesame e gli interventi correttivi tengono in considerazione i dati relativi alle carriere degli studenti.

Le opinioni degli studenti sugli insegnamenti e il loro gradimento sono indispensabili nel processo di autovalutazione. I docenti, i gruppi di riesame dei corsi di studio e le commissioni paritetiche docenti-studenti possono così individuare interventi di correzione mirati ed avviare il miglioramento della qualità della didattica.

Assicurazione Qualità della Ricerca e della Terza missione

Il Dipartimento attua la propria politica per l'assicurazione della qualità aderendo al sistema di qualità dell'Ateneo, sia per la ricerca che per la didattica, secondo le disposizioni legislative e le indicazioni dell'ANVUR.
Per quanto riguarda la ricerca, la Facoltà intende perseguire un miglioramento costante della qualità della ricerca. Di seguito vengono evidenziati i principali punti di forza della ricerca:

  • l'opzione originaria per un approccio metodologico innovativo, di natura comparata e interdisciplinare;
  • lo sviluppo e il perfezionamento di tale approccio nel contesto degli studi dell'integrazione europea e delle sue specificità sul piano giuridico-istituzionale;
  • la costruzione e il consolidamento d’importanti relazioni con significativi e autorevoli gruppi di ricerca di livello nazionale e internazionale;
  • la promozione e la valorizzazione del lavoro e delle iniziative di studio e di ricerca riferibili ai giovani studiosi della struttura, strutturati e non, con accompagnamento e sostegno dei rispettivi percorsi scientifici;
  • la diffusa partecipazione degli afferenti alla Facoltà, anche a titolo individuale, a progetti di ricerca coerenti con l'impostazione culturale della struttura, oltre che alle principali e più importanti reti associative degli studiosi del diritto;
  • la peculiare produttività dei singoli professori e ricercatori della Facoltà, il cui impegno scientifico è qualitativamente e quantitativamente apprezzabile in molte delle principali riviste e collane giuridiche nazionali e internazionali;
  • la stretta relazione tra lo svolgimento dell'attività di ricerca, di gruppo o individuale, e l'organizzazione di percorsi didattici particolarmente specializzati, da offrire direttamente alla comunità discente;
  • il dialogo costante con alcune fondamentali istituzioni del territorio regionale e provinciale;
  • la grande visibilità che molte delle ricerche svolte presso la struttura hanno avuto nel corso degli anni, conducendo alcuni degli studiosi afferenti anche a ruoli di prestigio nel contesto di istituzioni, accademiche e non, nazionali e internazionali.

Le importanti esperienze formative maturate dalla Facoltà di Giurisprudenza nei confronti delle categorie professionali operanti sul territorio trentino rappresentano senza dubbio uno dei maggiori punti di forza che la struttura può vantare in termini di trasmissione di prassi, conoscenze e risultati scientifici. Lo stesso può dirsi, del resto, per le altre importanti azioni formative (Master e Corsi) cui la Facoltà stessa ha dato grande, se non indispensabile, contributo, e che consentono certamente di individuare importanti ambiti d'azione e di collaborazione interdisciplinare con altre strutture dell'Ateneo e con altri enti pubblici territoriali e funzionali dell'area euroregionale. La Facoltà organizza ogni anno numerosi convegni e giornate di studio di respiro nazionale ed internazionale. Si tratta di iniziative che spesso rappresentano tappe fondamentali del dibattito scientifico-culturale. In molte occasioni le iniziative si sono rese possibili grazie all'ampio consenso delle Istituzioni locali e realtà professionali locali e nazionali.

Nel sistema di Assicurazione Qualità della Ricerca e Terza missione è prevista la compilazione periodica dei seguenti documenti/banche dati:

  • la SUA-RD, ossia la Scheda Unica annuale della Ricerca Dipartimentale
  • il Rapporto di riesame
Organizzazione per l’Assicurazione Qualità

Nei tempi e con le scadenze stabilite dalla normativa nazionale e regolamentare interna in materia, i Gruppi di riesame producono la documentazione prevista per l’Assicurazione Qualità e propongono al Consiglio di Facoltà le eventuali azioni da intraprendere affinché siano garantiti gli opportuni standard di qualità.

Attori del sistema di assicurazione qualità previsti in Dipartimento:

Direttore

Il Direttore coordina le politiche didattiche e scientifiche del Dipartimento e opera per la loro attuazione, ha la rappresentanza del Dipartimento, presiede il Consiglio e la Giunta e cura l’esecuzione delle loro delibere.

Direttore

Delegato per la Qualità

Il Delegato per la Qualità promuove il miglioramento continuo della Qualità della Didattica, della Ricerca e della Terza Missione del Dipartimento, anche garantendo un continuo confronto tra l'Ateneo e il Dipartimento relativamente alle iniziative di assicurazione della qualità.

Il delegato per la qualità di Dipartimento è il Prof. Roberto Caso

Consiglio di Facoltà

É l’organo collegiale del Dipartimento ed è responsabile per l’assicurazione della qualità.
Consiglio di Dipartimento

Commissione Paritetica docenti-studenti (CPDS)

La CPDS è costituita a livello di Struttura Accademica con la maggiore rappresentanza possibile di studenti dei Corsi di Studio a essa afferenti. É incaricata di monitorare l'offerta formativa e la qualità della didattica, di individuare indicatori per la valutazione dei risultati e di formulare pareri sull'attivazione e la soppressione di corsi di studio.
La Commissione Paritetica Studenti-Docenti

Coordinatori/Responsabili di Corsi di Studio

Sono i referenti per la progettazione, la revisione del Corso di Studio (CdS) e responsabili della compilazione della scheda SUA-CdS, della schede di monitoraggio annuale e del rapporto di riesame ciclico dei CdS. Devono esercitare un’efficace azione di monitoraggio in merito all’andamento dei CdS, curando l’esecuzione di quanto previsto in sede di riesame, anche in ordine a una periodica revisione degli obiettivi formativi dei CdS, alla verifica del raggiungimento degli obiettivi proposti e intervenendo in maniera tempestiva quando si presentino problematiche.
Il nominativo dei responsabili dei Corsi di studio è disponibile nella pagina dei contatti di ciascun  CdS:

Gruppi di riesame dei Corsi di Studio /Gruppi di Autovalutazione di area didattica

Sono i principali protagonisti del processo di autovalutazione dei corsi di studio, in quanto rappresentano gli attori diretti della messa in atto del processo di riesame. Procedono alla stesura della scheda di monitoraggio annuale e del rapporto di riesame ciclico, garantendo il monitoraggio del CdS e intervenendo in caso di criticità con appropriate azioni di miglioramento.

Gruppi di riesame a.a. 2017/2018

  • Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza: Roberto Caso, Loredana Giacomelli, Nicola Lugaresi, Giuseppe Nesi, Bruno Walter
  • Comparative, European and International Legal Studies: Marco Dani, Paola Iamiceli, Giuseppe Nesi, Matteo Rossaro

Rappresentati degli studenti

I compiti principali dei rappresentanti degli studenti consistono nel riportare osservazioni, criticità e proposte di miglioramento in merito al percorso di formazione e verificare che sia garantita la trasparenza e la condivisione delle informazioni.

La partecipazione degli studenti è prevista in tutti i gruppi di riesame e nella Commissione Paritetica docenti-studenti.
I rappresentanti degli studenti

Segnalazioni studenti

Nell'ottica del miglioramento continuo nell'organizzazione dell'attività didattica del Dipartimento, gli studenti e le studentesse possono inviare segnalazioni/suggerimenti al fine di contribuire all'individuazione e alla soluzione di problematiche nella qualità dei servizi didattici o di supporto, compilando il modulo dedicato e inviandolo all’indirizzo email: segnalazioni.studenti.jus [at] unitn.it.

Vi ricordiamo che il primo riferimento per le segnalazioni sono gli studenti rappresentanti nel Consiglio di Facoltà (nominativi e contatti).
Le segnalazioni possono riguardare anche fatti o comportamenti ritenuti inappropriati, rispetto ai quali, garantendo la riservatezza sarà condotta un'adeguata verifica.

Si evidenzia inoltre la presenza a livello d’Ateneo dei seguenti organismi di garanzia:

Il Garante degli Studenti, figura istituzionale di riferimento per gli studenti, nonché nei loro rapporti con i docenti e con il personale tecnico-amministrativo.

Il Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere e contro le discriminazioni, che opera per promuovere e tutelare le pari opportunità e il benessere lavorativo e organizzativo di tutto il personale dell’Ateneo

La Consigliera di fiducia chiamata a prevenire, gestire e aiutare a risolvere casi di mobbing e di molestie sessuali che vengono portati alla sua attenzione e che hanno luogo nell'ambiente di lavoro o di studio